Mafia: Dda Sequestra 2 Imprese Edili Nell’Agrigentino

 

La Dda di Palermo, nell’ambito dell’inchiesta antimafia denominata ”Agora”’, ha posto sotto sequestro due imprese edili di Favara, nell’agrigentino, l’impresa individuale ‘Gerlando Morreale’ e la ‘Ares Appalti’ che secondo gli investigatori sono beni ricondubili a Calogero Costanza e Gerlando Morreale e dunque a Giuseppe Falsone, di Campobello di Licata, ritenuto il capo di cosa nostra in provincia di Agrigento. L’operazione ‘Agora” e’ scattata nel dicembre del 2008 quando furono arrestate 6 persone. Secondo gli investigatori, a seguito delle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Maurizio Di Gati, il centro commerciale, che si trova sulla strada statale 640 Agrigento-Caltanissetta, dalla fase della progettazione fino alla costruzione, sarebbe stato controllato da cosa nostra che si sarebbe prima occupata della vendita del terreno su cui insediare la struttura, e poi si sarebbe impegnata per ottenere le autorizzazioni necessarie. Le opere sarebbero state concluse da imprese di cui sarebbero titolari gli arrestati e che sarebbero pilotate dal superlatitante Giuseppe Falsone.


Agguato Foggiano: ucciso capo clan

BARI, 21 APR

Franco Romito, l’uomo ucciso con il suo autista in un agguato vicino a Manfredonia, e’ ritenuto al vertice della mafia garganica. L’uomo era legato alla famiglia Libergolis che per oltre 30 anni e’ stata in guerra in una faida con la famiglia dei Primosa-Alfieri che ha causato piu’ di 35 morti e alcune ‘lupare bianche’. Dai Libergolis Franco Romito si era poi allontanato. Lo scorso anno era stato scarcerato dopo aver scontato una condanna di quattro anni per armi.

Questa voce รจ stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.